Che cos’è il Miele?

Il miele è una sostanza molto complessa,ricca di elementi vitali, tutto dipende da il tipo di nettare raccolto, dalle condizioni ambientali e dal tipo di ape che lo produce. Essa apporta sostanze delle quali l’organismo è carente ( Sali minerali,vitamine, oligoelementi , )

La composizione del miele nutre e facilita lo svuotamento intestinale; fa bene all’intestino ,ha un’azione protettiva e disintossicante , aiuta a combattere gli sviluppi batterici ( miele di rosmarino e di lavanda ).  Aiuta nell’anemia ( mieli scuri come il castagno), è ottimo per le vie respiratorie,calma la tosse ( mieli di eucalipto e timo ).

Acacia

Luogo di produzioneCaratteristiche organoletticheAbbinamentiNote
Pianura trevigiana

Miele dal colore giallo paglierino, talvolta quasi incolore. Il profumo è delicato, quasi impercettibile. In bocca stupisce la sensazione di dolce, completata dal sapore confettato, di vaniglia, che è la caratteristica e la tipicità di questo miele in purezza.

E’ il miele ideale per essere utilizzato come dolcificante. Può sostituire lo zucchero in quasi tutte le preparazioni in cucina. Si abbina egregiamente a yogurt e formaggi erborinati

Ha proprietà ricostituenti e disintossicanti. Rinforza l’organismo, benefico contro le patologie dell’apparato digerente. Ottimo contro l’acidità di stomaco.

Castagno

Luogo di produzioneCaratteristiche organoletticheAbbinamentiNote
Montello

E’ di colore ambrato, più o meno scuro, il profumo è decisamente intenso, aromatico, pungente. In bocca il sapore è pieno, al primo approccio dolce ma pronto a trasformarsi in sempre più amaro e astringente.

E’ un miele più difficile per l’utilizzo in cucina rispetto all’acacia. Il miele di castagno dà il meglio di se in abbinamento a prodotti grassi e soprattutto ai formaggi stagionati. Un ottimo abbinamento da provare è quello con le noci e le castagne.

Ha proprietà ricostituenti, antisettiche e toniche. Disinfetta le vie urinarie,favorisce la circolazione,consigliato in casi di anemia.

Tiglio

Luogo di produzioneCaratteristiche organoletticheAbbinamentiNote
Lentiai(BL)

Prodotto tra Giugno e Luglio dai fiori delle piante selvatiche di Tiglio, appare molto chiaro appena raccolto per poi cristallizzare in modo fine e cremoso nelle tonalità di colore dall’ avorio al beige chiaro. Il profumo è intenso, mentolato che rimanda al fiore che lo produce. Dona una sensazione di freschezza, in bocca, con aroma persistente, dai sentori balsamici, di erbe medicinali e spezie fresche con note finali leggermente amarognole.

Conserva le proprietà sedative naturali dei fiori da cui nasce e per questo è il miele ideale per la tisana della sera. Possiamo gustarlo negli usi più comuni, semplicemente sul pane, meglio se spalmato di burro d’alpeggio e nella preparazione di ricette speciali.

Contro ansia, insonnia, ipertensione arteriosa e tachicardia. Combatte i sintomi da raffreddore.

Melata

Luogo di produzioneCaratteristiche organoletticheNote
Montello

Il miele di Melata ha un sapore meno dolce di quelli prodotti a partire dal nettare, si presenta particolarmente scuro e denso, dal gusto aromatico e con una nota amara. Questo miele è l’unico che viene prodotto dalle api non utilizzando i fiori, ma una sostanza zuccherina prodotta da alcuni insetti, chiamata appunto Melata. Differente per sua natura dal miele, possiede caratteristiche organolettiche differenti: -Minore quantità di zuccheri -Maggiore presenza di manganese, zinco, zolfo, ferro, fosforo e di aminoacidi. (un ottimo integratore di sali minerali naturale)

La Melata di bosco dunque è un ricostituente naturale, in particolare del sistema nervoso, ha infatti proprietà benefiche riguardo al miglioramento del tono dell’ umore, delle capacita di lavoro intellettuale, stimola inoltre l’appetito e calma la tosse ed è una ricca fonte di antiossidanti e combatte i radicali liberi.

Millefiori

Luogo di produzioneCaratteristiche organoletticheAbbinamentiNote
Pianura trevigiana

Miele di colore ambrato chiaro. Il profumo è delicato, lievemente floreale. In bocca stupisce la sensazione di dolce, completata dal sapore confettato, che ricorda il miele di acacia. La base infatti è data prevalentemente da questo miele con l’aggiunta della delicatezza dei fiori di biancospino ed il profumo dei fiori spontanei delle nostre zone.

Può sostituire lo zucchero in quasi tutte le preparazioni in cucina. Si abbina egregiamente a yogurt e formaggi erborinati.

Ha proprietà ricostituenti e disintossicanti. Rinforza l’organismo, benefico contro le patologie dell’apparato digerente. Ottimo contro l’acidità di stomaco.